Roma, 17 novembre 2009 – Appassionati di internet e dei social network, state attenti. In rete circola un falso Facebook, un clone del popolare sito progettato per rubare le password degli utenti. A lanciare l’allarme sono i laboratori di sicurezza inform

I laboratori di sicurezza informatica di Panda Security mettono in guardia i ‘navigatori’. Esiste un clone del noto social network progetto da cyber criminali per ruabre password

Roma, 17 novembre 2009 – Appassionati di internet e dei social network, state attenti. In rete circola un falso Facebook, un clone del popolare sito progettato per rubare le password degli utenti. A lanciare l’allarme sono i laboratori di sicurezza informatica di Panda Security.

images.jpg
L’indirizzo e il contenuto della finta pagina web, spiegano gli analisti della multinazionale europea, sono simili a quelli reali. Chi accede a Facebook potrebbe quindi essere ingannato e inserire e i propri dati, che finiranno nelle mani dei pirati informatici.

“Una volta che i cyber criminali entrano in possesso dei dati, saranno in grado di realizzare tutte le tipologie di azioni dagli account, inclusi la pubblicazione di commenti spam con link pericolosi e l’invio di messaggi ai contatti”, spiega Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori di Panda Security.

Il collegamento al finto sito è stato diffuso attraverso la posta elettronica. Per questo gli esperti consigliano di non rispondere o aprire link di e-mail insolite. Altro accorgimento è controllare che la pagina in cui si inseriscono i dati sia realmente quella di Facebook. I siti fittizi, infatti, spesso utilizzano indirizzi simili all’originale, magari con una sola lettera sbagliata. Se si sono già inseriti i dati sul falso sito, infine, sarà necessario cambiare tempestivamente la password.

Roma, 17 novembre 2009 – Appassionati di internet e dei social network, state attenti. In rete circola un falso Facebook, un clone del popolare sito progettato per rubare le password degli utenti. A lanciare l’allarme sono i laboratori di sicurezza informultima modifica: 2009-11-30T19:26:55+01:00da luca80ro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento